Parole violente, discriminazione di genere e inclusività nel linguaggio