Pragmatica dei corpora

Estremi bibliografici

Diego Femia, Pragmatica dei corpora, Roma: Round Robin, 2022. ISBN: 9791254850060.

Presentazione

I metodi di lavoro basati su corpora e sull’uso del computer hanno “rivoluzionato” gran parte della ricerca nelle scienze umane durante gli ultimi decenni. Oggi, probabilmente tutti i settori in cui si organizzano le discipline umanistiche hanno a che fare con documenti digitali e, sempre più spesso, con dati digitali in quantità crescente e tali da comportare un nuovo rapporto con la dimensione empirica della ricerca.

Non tutti i settori e gli ambiti di ricerca, però, ne hanno giovato allo stesso modo.

Nello studio delle lingue e del linguaggio, il lento crescere dell’attenzione teorico-computazionale agli usi linguistici ha avuto una forte accelerazione nei settori storico-descrittivi delle manifestazioni morfosintattiche e lessicali e molto più lentamente per quanto attiene alle sfere dei significati, dei sensi (intesi o sottintesi), delle marche enunciative, dialogiche, di appello e di gestione, di collaborazione o di rifiuto dell’interazione tra i parlanti.

Il volume si affaccia su queste aree di ricerca e introduce ai principi fondamentali e alle tecniche di ricerca su grandi collezioni di dati testuali per l’analisi linguistica, con un focus particolare per le ricerche pragmatiche. L’analisi pragmatica dei testi, sia scritti, sia parlati (e, in numero minore, ma crescente, anche digitati), ha ormai una lunga tradizione filosofico-linguistico-enunciativa alle spalle e articolazioni interne molto importanti e definite che solo recentemente hanno iniziato a intrecciare le loro posizioni teoriche e i loro metodi di analisi con quelli della linguistica dei corpora o della linguistica computazionale. Il contributo che l’uso di corpora può dare alla pragmatica nell’analisi delle strategie comunicative è però elevato, come il testo tende a evidenziare.

Sul piano pratico, il libro affronta i processi che portano alla determinazione, alla raccolta, al consolidamento e all’elaborazione di corpora; descrive criteri, metodi e casi di studio per l’interrogazione e l’estrazione di informazioni da collezioni di dati testuali.

Indice del volume

1. Il corpus come strumento di ricerca
– Il dato negli studi linguistici tra empirismo e razionalismo
– Il “corpus approach”
– La definizione di “corpus”
– Web for/as a corpus
– L’influenza dello sviluppo tecnologico: tra quantitativo e qualitativo
– Il corpus come campione per l’analisi di un fenomeno
– Rappresentatività e bilanciamento
– Corpora e tradizione pragmatico-enunciativa

2. Fisionomia dei corpora: caratteristiche e criteri di selezione
– Generalità
– Finitezza
– Modalità
– Cronologia
– Lingua
– Estensione
– Integrità dei testi
– Codifica dei testi
– Scheda di esempio: le parole della musica italiana
– Scheda di esempio: Corpus CELO

3. Metodi e indirizzi di ricerca nella pragmatica dei corpora
– Modi di lettura dei dati linguistici
– Approcci metodologici: tra forme e funzioni linguistiche

Link al sito dell’editore:  Scheda editoriale / Book info

Ti potrebbe interessare

Discorso d’odio e opinione pubblica

Dove passa il limite per cui dalla polemica democratica, veemente e emotiva che sia ma pur sempre legittima, si passa nel campo antidemocratico dell’incitamento all’odio?